FORLI’ MULTISERVIZI INTEGRATI, L’ATTIVITA’ SVOLTA NEL 2023, DALLA MOBILITA’ SOSTENIBILE AL TRASPORTO SCOLASICO, DALLE COMUNITA’ ENERGETICHE ALLA VIDEOSORVEGLIANZA

L’amministratore unico di FMI, Vincenzo Bongiorno: “Il lavoro svolto anche lo scorso anno, dimostra che l’acronimo corretto per FMI è Forlì Multiservizi Integrati, poiché sono molteplici le competenze, per conto e in collaborazione con il Comune di Forlì e gli altri Comuni”

Intensa e su più fronti si è svolta l’attività di FMI nel corso del 2023. “Il lavoro anche dello scorso anno – afferma l’amministratore unico Vincenzo Bongiorno – è la dimostrazione che l’acronimo corretto per FMI è Forlì Multiservizi Integrati, poiché sono molteplici le competenze, per conto e in collaborazione con il Comune di Forlì e con gli altri 14 Comuni del territorio forlivese”.
Partendo dal settore storicamente affidato a FMI, quello della mobilità, la società ha fornito il suo supporto tecnico al Comune di Forlì per la progettazione e realizzazione della Bicipolitana, una rete di percorsi ciclabili, evidenziati e segnalati con colori diversi in 15 linee che percorrono la città per un totale di 140 km. Legato all’utilizzo della bicicletta, vi è il servizio di bike sharing, le bici che si possono prendere gratuitamente per i propri spostamenti in città. Nel 2023 sono stati 8.435 i prelievi, in crescita rispetto al 2022 di quasi il 25%. Compito di FMI è anche quello di svolgere la manutenzione ordinaria e straordinaria delle bici e delle postazioni del bike sharing, attualmente 10 in città, operative h24. A queste dieci postazioni si aggiungono i due “Bike Sharing Point” creati nei mesi scorsi in prossimità dei parcheggi di via Lombardini e di viale Manzoni. Nel corso del 2023 è stato anche attuato un restyling delle postazioni che non avveniva da oltre dieci anni. Rimanendo in tema di bicicletta, a FMI è anche affidato dal Comune di Forlì il progetto “Bike to Work”, prorogato fino al 30 giugno, che prevede un contributo sotto forma di rimborso per coloro che scelgono di usare la bicicletta per recarsi sul luogo di lavoro. Vi è poi la progettazione della Ciclovia del Bidente, seguita dai tecnici della società, per dare forma ad un percorso ciclabile che da Forlì arrivi fino a Santa Sofia, vedendo la collaborazione di sette Comuni diversi. In fatto di mobilità, FMI garantisce alla cittadinanza l’assistenza necessaria attraverso lo sportello mobilità di via Lombardini n. 2, accessibile al pubblico dal lunedì al sabato (tel. 0543.1718100, e-mail: info@fmi.fc.it).
La società si occupa, inoltre, della gestione degli stalli blu presenti in città, e ha proficuamente lavorato per la creazione a Forlì degli stalli rosa, riservati alle donne incinte e ai neogenitori. Altro versante di impegno è quello del trasporto scolastico per quei plessi nel forese che non riescono ad essere adeguatamente serviti dal trasporto pubblico locale per ragioni logistiche: viene svolto un piano della situazione, poi si fa una gara pubblica per permettere l’affidamento alla società del trasporto privato. Successivamente viene svolto il controllo sul servizio erogato. Tutto questo avviene non solo per le frazioni forlivesi, ma anche per diversi comuni come Forlimpopoli, Santa Sofia, Predappio e Bertinoro. Si tratta di un numero di circa 940 studenti trasportati, 400 per Forlì, 540 divisi tra gli altri comuni. L’impegno è anche sul versante trasporto pubblico locale, con la gestione, tra Forlì e Comuni del comprensorio forlivese, di 1.206 ‘paline’ con gli orari delle corse e di 287 pensiline, di cui 242 abilitate per l’utilizzo da parte di persone diversamente abili.

Oltre al versante mobilità, vi è quello energia: FMI è il partner tecnico dei nove Comuni del forlivese che si sono aggiudicati un totale di 450 mila euro di contributi regionali, risorse a fondo perduto per l’avvio e la costituzione di comunità energetiche rinnovabili. Un percorso in continuità rispetto alla redazione da parte di FMI per il Comune di Forlì e per gli altri Comuni del territorio dei PAESC (Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile ed il Clima), lavoro svolto in stretta collaborazione con gli Amministratori, i Dirigenti e i tecnici dei Comuni. Nelle strategie definite dai PAESC rientra la partita delle comunità energetiche rinnovabili che ha portato FMI a lavorare in supporto ai Comuni di Forlì, Bertinoro, Castrocaro Terme e Terra del Sole, Forlimpopoli, Meldola, Predappio, Santa Sofia, Tredozio e Dovadola. FMI ha proposto, in collaborazione con alcuni Comuni del territorio, degli incontri con la cittadinanza sul tema, e altri incontri pubblici saranno organizzati in futuro. Dopo aver progettato e poi realizzato, qualche anno fa, interventi di efficientamento energetico in tre scuole di Forlì: Scuola dell’Infanzia ‘Aquilone’, Primaria ‘Gianni Rodari’ e Primaria e Secondaria ‘Dante Alighieri’, continua la regolazione e il controllo a distanza della temperatura interna delle aule, della centrale termica nonché la verifica in continuo della richiesta di energia (elettrica e termica). L’importanza delle fonti sostenibili di energia è stata anche portata nelle scuole, dalle elementari alle superiori, con l’incontro con quasi duecento studenti. La competenza di FMI in ambito energetico, è valsa alla società l’invito ad intervenire assieme al Comune di Forlì a Cop 28, il vertice mondiale per il clima, svoltosi a Dubai. Un risultato frutto del lavoro costante di FMI all’interno di RENAEL (Rete italiana delle Agenzie Energetiche Locali).

Per quanto riguarda la videosorveglianza FMI è la società che segue tecnicamente l’installazione e la gestione delle telecamere, che sono andate a crescere notevolmente come numero nel Comune di Forlì negli ultimi quattro anni. Telecamere, tra videosorveglianza pura e lettura targhe, sono state installate anche in altri Comuni del comprensorio. La società, inoltre, grazie alle sue competenze interne, ha creato e sviluppato il software “Gufo” utile per implementare le funzionalità dei dispositivi di lettura targhe.
A tutto questo va aggiunto il lavoro di progettazione, a cui FMI è spesso chiamata, anche per opere molto importanti come il collegamento veloce Forlì-Cesena. Vi sono inoltre tutta una serie di ulteriori servizi svolti, tra cui la verifica dell’idoneità alloggiativa, compiuta per i Comuni di Forlì, Civitella di Romagna, Dovadola, Galeata, Meldola, Premilcuore, Santa Sofia, Castrocaro Terme e Terra del Sole, Rocca San Casciano: un lavoro che nel 2023 ha visto lo svolgimento in totale di 638 sopralluoghi, alleggerendo così le strutture comunali di tale incombenza. Tra i servizi per conto del Comune di Forlì, vi è poi ‘Agile’, il pronto intervento rapido di ripulitura di luoghi pubblici imbrattati.

“FMI nel 2023 ha inoltre portato il suo contributo al servizio dei cittadini – osserva Bongiorno – anche nel post alluvione quando in accordo con il Comune di Forlì, siamo stati impegnati per alcune settimane presso il Palasport Villa Romiti e in via Pelacano, a sostegno del coordinamento dei tanti volontari, giunti anche da molte parti d’Italia, per portare il loro aiuto a chi era stato colpito dalla devastazione di acqua e fango. Gli ausiliari del traffico hanno prestato il loro servizio, coordinati dalla Polizia Locale, in via Punta di Ferro in aiuto all’opera di vigilanza dell’area sosta dove erano state portate le autovetture travolte dalla furia dell’acqua, il tutto per evitare vergognosi episodi di sciacallaggio di singoli pezzi. Di quelle settimane, non dimenticheremo mai i volti di tante persone, che avevano perso materialmente molto o addirittura tutto, ma non la speranza, la voglia di rialzarsi. E con loro siamo rimasti in contatto, nel tentativo di continuare, per come possibile, a rendersi utili”. FMI, inoltre, si era messa al lavoro dall’inizio dell’emergenza, per attrezzare al meglio il Palazzo di vetro in prossimità della Fiera, dove era stato allestito il primo centro di accoglienza per gli sfollati, in funzione sin dalle prime ore dell’alluvione, nella serata del 16 maggio.
“L’intenso lavoro svolto su più fronti nel 2023 da FMI – conclude Bongiorno – ci ha portato ad assumere piena consapevolezza di essere Forlì Multiservizi Integrati. Questa denominazione l’abbiamo voluta anche esporre nella tabella esterna della nostra sede in via Lombardini 2. Come FMI vogliamo continuare ad essere, al meglio delle nostre possibilità, al servizio dei cittadini, offrendo il nostro supporto versatile al Comune di Forlì e agli altri 14 Comuni del forlivese. Abbiamo collaborato fruttuosamente con Amministrazioni di ogni colore, e le ringraziamo tutte per la fiducia che ci hanno accordato e che per noi sarà sempre fondamentale non deludere. E per la fiducia accordataci, un grazie lo rivolgiamo anche al nostro socio unico, Livia Tellus Romagna Holding. Guardiamo così con consapevolezza e fiducia alle prossime sfide che attendono FMI, per il bene dei cittadini e del territorio”.

Articoli recenti